venerdì, dicembre 26, 2008

Anima (Dizionario dell'Omo Salvatico)

Anima

Secondo Carlyle ha lo stesso ufficio del sale nella carne del maiale: perché il corpo non marcisca. Ma poiché la maggior parte degli uomini oggi apparentemente vivi tramanda un forte odore di putrefazione, è nato il sospetto che i maschi siano soggiaciuti allo stesso fato delle femmine, le quali, secondo l’apocrifa decisione di un famoso concilio, sarebbero prive di anima.
Nei tempi barbari del Medio Evo il primo pensiero dell’uomo era di salvare la propria anima; oggi si pensa soltanto a salvare il corpo e n’è venuto come imprevisto corollario che i corpi si consumano più presto e vengono distrutti dalle guerre e dalle pestilenze in maggior abbondanza. Soltanto le signore amatrici ed amabili ricordano ogni tanto quel metafisico soffio che alberga, a quel che dicono i preti, nella preziosissima carne loro e, per giustificare i successivi adulteri, esclamano: Cosa volete! Ho l’anima troppo sensibile!