giovedì, giugno 20, 2013

L’innominabile [La giornata]

L’innominabile [La giornata]:
Il termine “natura” è stato bandito dal vocabolario contemporaneo. E’ una parola indicibile, politicamente scorretta, una maschera che nasconde intenzioni sinistre, una categoria desueta che non va contrastata ma delegittimata ed espulsa dal discorso pubblico. E’ lo spaventapasseri linguistico che scaccia le opinioni perbene. Evocare l’idea di natura come datità organica che tende a un fine è vietato nei dibattiti sul matrimonio gay tenuti questa settimana alla Corte suprema americana e non compare nella doppia copertina che il Time ha dedicato alle unioni omosessuali (“Il matrimonio gay ha già vinto”), perché suggerisce l’esistenza di una inaccettabile dimensione oggettiva e regolativa nei rapporti fra viventi.
di Mattia Ferraresi e Piero Vietti
Continua sul sito del Foglio.it